29 September 2021

Alla scoperta della Clean Beauty

Intervista a Elda, consulente di bellezza in Oway

1) Clean è una qualifica che racchiude al suo interno tante anime. Vuol dire “ripulire” la formula da ingredienti dannosi e irritanti, ma anche dare la possibilità alle persone di scegliere cosmetici che non abbiano un irreversibile impatto ambientale. A cosa, secondo la tua esperienza, è giusto prestare attenzione per avere una beauty routine realmente sostenibile? 

Recenti studi rivelano che ogni persona utilizza quotidianamente almeno 7 cosmetici, con ordini di grandezza nettamente superiori per la platea femminile. Moltiplichiamo questo valore per ogni giorno della nostra vita ed avremo forse maggior consapevolezza di quanto un gesto quotidiano possa influire sulla salute della nostra pelle e del pianeta.

Ogni prodotto applicato viene assorbito dalla pelle e, in parte, verrà rilasciato successivamente nell’ambiente.

Aggiungo che non dobbiamo considerare solo il contenuto – e quindi i residui dei prodotti che, durante la detersione, fluiscono nelle falde acquifere e nel terreno – ma anche il packaging, che dovrà essere differenziato, trattato e smaltito. Noi siamo il microcosmo ed il pianeta il macrocosmo: ogni nostro gesto ha una risonanza.

2) L’INCI di una formula che si professi “clean”, che informazioni deve trasmettere al consumatore per essere effettivamente trasparente?

Le persone sono molto attente, ma hanno una conoscenza parziale delle sostanze potenzialmente nocive per la salute riportate nell’INCI. Per questo motivo, avere una legenda che specifichi la derivazione di ogni ingrediente presente nella formula è un espediente che può aiutare considerevolmente il consumatore nella scelta. In Oway beauty tutti gli INCI delle etichette sono “parlanti”, perché viene specificata la provenienza degli ingredienti presenti nella formula. La freschezza e la naturalezza di una materia prima sono caratteristiche fondamentali.

3) Avere tutte le garanzie di rispetto del pianeta è una leva decisionale, ma sicuramente non è tutto per chi cerca un alleato da inserire nella sua beauty routine. In questo senso, hai notato una maggior propensione delle persone a preferire dei prodotti “puliti” anche e soprattutto per le loro proprietà benefiche sulla pelle?

Oggi siamo maggiormente educati al rispetto del pianeta e consapevoli del fatto che ogni approccio sposato porti ad un effetto diretto su di esso. Però è vero, le persone vogliono prodotti performanti, che siano anche “clean”. Chi sperimenta i rituali Oway nel mio salone di bellezza nota nell’immediato il risultato e l’efficacia dei prodotti e si fidelizza ad essi sia per la sostenibilità che per le performance.

4) Una formulazione fedele ai principi della clean beauty prevede quindi l’eliminazione di sostanze tossiche e la loro sostituzione con preziose materie prime di derivazione naturale, che non siano inferiori in efficacia, anzi la migliorino. Puoi fornirci degli esempi di prodotti o trattamenti che si sono dimostrati differenzianti proprio in relazione a questo aspetto?

Glowing face gommage è un prodotto che utilizza argilla rossa al posto di esfolianti sintetici. I suoi micro granuli riescono a levigare le ossidazioni presenti nei pori della pelle e nelle micro-rughe, illuminando nell’immediato il viso. È un peeling meccanico, il cui super attivo è l’Epilobio, un fiore che riduce l’enzima responsabile della formazione di sebo e mantiene la texture del prodotto morbida e piacevole. Questa alchimia lo rende particolarmente performante. Il risultato è immediato: pelle purificata, schiarita ed idratata.

5) Basandoti sulla tua esperienza, saresti in grado di individuare delle nuove richieste o dei nuovi interessi in ambito di bellezza pulita? È aumentata la sensibilità delle persone nei confronti di questa tendenza?

La sensibilità alla clean beauty è sicuramente aumentata, le persone vogliono star bene usando prodotti naturali. Il compito di una figura come la mia, che lavora a contatto con le persone, è educare ed informare, facendo vivere loro l’esperienza dei rituali.

L’attenzione per i cosmetici puliti è un virtuosismo che coinvolge consumatori di ogni età e che coinvolge anche gli oggetti, con una preferenza verso i materiali di qualità e che durano nel tempo, come in Relaxing face roller.

Siamo tornati a consumare meno per consumare meglio. Credo che tutti amino essere circondati da oggetti belli, sostenibili, di qualità. È una nuova, quanto antica, consapevolezza.

Elda Oway Beauty consultant

MORE FROM JOURNAL

Imballaggi superflui: la valanga di packaging che si riversa nel cestino dei rifiuti

All’indomani delle Feste sappiamo per certo che i regali più ricevuti sono stati pacchi, contro pacchi, sovra pacchi e tutto ciò che “serve” per mantenerne intatto il contenuto. L’overpackaging è il trionfo del monouso: un fenomeno sempre più accentuato che ha raggiunto paradossi di utilizzo privi di senso.

Non spegniamo il futuro. È tempo di consumare meno e di farlo meglio

Ricorrenze commerciali come il Black Friday producono uno spreco impressionante di risorse. Plasmano la nostra percezione degli acquisti, ci spingono a credere che dobbiamo assolutamente acquistare, approfittare immediatamente degli sconti, con conseguenze devastanti sull’ambiente. Per cambiare le cose non c’è più tempo: è ora di tornare a un consumo consapevole.

Ribaltare il risultato del cambiamento climatico scegliendo l’impatto zero

Le attività umane hanno un peso, le realtà produttive lasciano un’impronta. Qualsiasi azione, prodotto o processo ha un impatto, più o meno sostenibile, con cui misurarsi nel presente. Ma prima di pareggiarli, i conti bisogna farli: emissioni alla mano.

Select country and language

Close

Nord Europa

  • Estonia
  • Danimarca
  • Finlandia
  • Lettonia
  • Lituania
  • Olanda
  • Svezia

Sud Europa

  • Spagna
  • Grecia
  • Italia
  • Malta
  • Portogallo

Ovest Europa

  • Belgio
  • Croazia
  • Repubblica Ceca
  • Germania
  • Francia
  • Irlanda
  • Lussemburgo
  • Austria
  • Regno Unito

Europa centrale e dell'est

  • Bulgaria
  • Ungheria
  • Polonia
  • Romania
  • Slovacchia
  • Slovenia

Altre

  • Stati Uniti
Chiudi

Utente loggato

Chiudi